[51] I verdeoro hanno mantenuto la propria imbattibilità, imponendosi nell'amichevole del 10 febbraio[52] e nella gara del 21 giugno in Confederations Cup. [12], A risollevare le sorti di una nazionale al suo punto più basso da sessant'anni a quella parte, venne chiamato Roberto Mancini il quale guidò gli Azzurri al debutto nella neonata Nations League 2018-2019 e in seguito ottenne, con il record di tre giornate di anticipo[13] e un percorso netto di 10 vittorie su 10 incontri,[14] la qualificazione alla fase finale del campionato d'Europa 2020. La rivalità si fece accesa in questo periodo, dopo il Torneo di Francia, competizione amichevole in vista del campionato del mondo 1998, le due nazionali si affrontarono nella terza e ultima partita del torneo pareggiando 2-2, condannandosi vicendevolmente agli ultimi due posti. Sono molto sentite anche le partite contro l'Inghilterra, con la quale c'è forte competizione anche a livello di club. L'Italia ha conseguito la vittoria nel campionato europeo di calcio per nazioni a Italia 1968 e si è classificata in due occasioni seconda (Belgio-Paesi Bassi 2000 e Polonia-Ucraina 2012) e in una occasione quarta (Italia 1980), giungendo complessivamente cinque volte alle semifinali del torneo (l'altra a Germania Ovest 1988). Dopo il negativo campionato del mondo 1974 in Germania Ovest, dove l'Italia fu esclusa al primo turno, il profondo ricambio generazionale nel frattempo portato avanti da Enzo Bearzot permise alla squadra di ben figurare al mondiale di Argentina 1978, dove espresse un bel gioco che le valse il quarto posto. L'Italia, dopo 30 anni, ha vinto sul campo per 2-0 con reti di Andrea Pirlo e Daniele De Rossi, qualificandosi per i quarti di finale ed estromettendo gli stessi Bleus dalla competizione. Venerdì Mancini diramerà le convocazioni. Le due nazionali si ritrovarono di fronte a Bari per la finale terzo e quarto posto del campionato del mondo 1990 e fu di nuovo l'Italia ad avere la meglio per 2-1. La nazionale italiana di calcio è costituita da una selezione dei migliori[1] giocatori[2] italiani che perciò rappresentano l'Italia[3] all'estero. I numeri sorridono alla Nazionale di Roberto Mancini, che a suon di vittorie ha riacceso l’entusiasmo nei tifosi continuando a inanellare record su record. Gli azzurri chiudono a punteggio pieno, L'Italia stende la Bosnia e vola alle Final Four, Al galoppo la "nord-ovest" in Francia: 5-0, Amedeo Cattani, 1950, Rapp. Dopo due partite, in occasione di un'amichevole con l'Ungheria disputata a Milano il 6 gennaio 1911 la tenuta bianca venne sostituita da quella azzurra: la scelta fu motivata dal fatto che l'azzurro (o meglio, il blu Savoia) era il colore dello stendardo della casa reale dei Savoia (sul quale poi campeggiava lo stemma sabaudo);[24] la divisa prevedeva in abbinamento pantaloncini bianchi e calzettoni neri (col tempo anche questi ultimi diverranno azzurri). Show in amichevole degli Azzurri di Mancini, Mancini dopo Italia-Moldavia: "Mentalità giusta. Maradona, capitano della sua squadra, insultò in mondovisione il pubblico che aveva fischiato l'Argentina già durante l'esecuzione dell'inno. Di nuovo di fronte quattro anni dopo nei quarti di finale dell'Europeo di Francia 2016, sebbene la sfida si concluda sul punteggio di 1-1 dopo 120 minuti, ai tiri di rigore per la prima volta la nazionale tedesca ha la meglio sugli italiani in una fase finale di una competizione ufficiale, confermando i pronostici della vigilia e accedendo alla semifinale della manifestazione. Nazionali italiane che sono esistite in passato, ma che (a seguito di ristrutturazioni sia decise per norme federali che per esigenze legate ai requisiti di partecipazione ai vari tornei internazionali) sono scomparse, furono la nazionale B (in genere l'anticamera della nazionale A, costituita dalle seconde scelte di campionato o di giocatori sotto osservazione in vista di un eventuale impiego per la selezione maggiore, e il cui ruolo spesso si è sovrapposto con quello della, scomparsa anch'essa, nazionale sperimentale); soprattutto nel secondo dopoguerra, ci furono inoltre dei saltuari esperimenti circa rappresentative azzurre emanazione di un preciso e limitato bacino geografico (come la nazionale Nord-Ovest), che andavano a sfidare similari compagini dei paesi stranieri. Come seconda opzione, la nazionale ha un altro luogo di raduno negli impianti sportivi della Borghesiana, a Roma. Agli ultimi Mondiali di Calcio la Nazionale italiana non è riuscita a qualificarsi, lasciando delusi tutti i tifosi. Nel torneo ha ottenuto come miglior risultato il terzo posto nell'edizione del 2013. Con lui in panchina Italia Campione del Mondo a Germania 2006 contro la Francia battuta ai calci di rigore, 11 - CESARE MALDINI - Ct dal 1996 al 1998: 20 partite, 10 vittorie, 8 pareggi, 2 sconfitte. Per le amichevoli o gli incontri di minore importanza, si opta invece per le più svariate località della penisola, a seconda dell'esigenza. Tra i tifosi della Seleção, la partita è ricordata come «tragedia del Sarriá». [4], Simile piazzamento venne replicato al campionato d'Europa 1980 giocato in Italia, stavolta accolto come insoddisfacente alle luce delle aspettative della vigilia. Nel 1976 vi fu la vittoria inglese per 3-2 a New York nel torneo del Bicentenario organizzato dalla Federazione statunitense, ma nel primo incontro ufficiale tra le due squadre organizzato dalla FIFA, disputato nel novembre 1976 e valido per il gruppo 2 di qualificazione al campionato del mondo 1978, furono gli azzurri a imporsi a Roma per 2-0. Durante il Campionato Mondiale del 1934, giocato in Italia e vinto dagli Azzurri, le due squadre si incontrarono a Firenze negli ottavi di finale. Il 12 ottobre a Roma gli Azzurri hanno a disposizione il primo match point. Tale scelta fu semplicemente dovuta al fatto che non si era raggiunto ancora l'accordo sulla divisa ufficiale, e dunque si decise di non colorarla lasciandola bianca. Nel 1950 la nazionale B disputò un'amichevole contro l'Inghilterra B indossando, per un'unica volta, una divisa azzurra con fascia bianca, e numeri neri sulla schiena. A partire dalla metà del decennio fecero ingresso massiccio gli sponsor tecnici, che si accreditarono come fornitori unici di tutto l'equipaggiamento della nazionale (a eccezione delle scarpe, che ogni calciatore sceglieva e tuttora sceglie a seconda della propria comodità e dei propri contratti di sponsorizzazione). [73][74] Uno dei casi più emblematici è l'amichevole del 21 agosto 2002 Italia-Slovenia (0-1), che doveva rappresentare anche una sorta di festa di commiato per Bruno Pizzul quale telecronista della nazionale. News sulla Nazionale, la storia azzurra, tutti i giocatori, gli allenatori, l'andamento stagione per stagione, le squadre incontrate, gli arbitri e tutti gli incontri disputati dal 1910 ad oggi. Per contro non ha partecipato alla prima edizione (Uruguay 1930) e non si è qualificata in quelle di Svezia 1958 e Russia 2018; inoltre non ha superato il primo turno … Ripercorriamo la storia dei trionfi della nazionale italiana ai mondiali. Curiosamente, dopo breve tempo dalla discussa finale, l'Italia ha ritrovato la Francia sia nelle qualificazioni (ma il sorteggio avvenne a gennaio) che, a qualificazione ottenuta, nel girone del campionato d'Europa 2008. Buon compleanno al nostro Ct Roberto # Mancini! Nella finale di Pasadena gli Azzurri pareggiarono senza reti contro il Brasile, ma persero nuovamente ai rigori, nella prima finale di un mondiale decisa dai tiri dal dischetto. La prima partita ufficiale disputata dagli Azzurri, il 15 maggio 1910 all'Arena Civica di Milano, fu giocata proprio contro i Bleus. Al campionato del mondo 2006 l'Italia di Marcello Lippi fu grande protagonista. Su Calcioshop.it puoi trovare i prodotti della nazionale italiana a prezzi scontatissimi. Questi sono i saldi dell'Italia nei confronti delle nazionali con cui sono stati disputati almeno 10 incontri. Un anno dopo gli inglesi vinsero il ritorno a Londra con lo stesso punteggio ma furono eliminati per la peggior differenza reti. Le Furie Rosse (tra le quali, per i postumi dei falli subiti il giorno prima, era assente Zamora) segnarono due gol, entrambi annullati per presunto fuorigioco. Nel campionato del mondo 1938 in Francia, l'Italia affrontò e sconfisse i padroni di casa per 3-1 nei quarti di finale. In vantaggio fino al 90', la squadra di Dino Zoff pareva in procinto di condurre in porto il successo, ma i francesi pareggiarono all'ultimo istante dei tempi regolamentari: demoralizzati dalla rete subita in extremis, gli Azzurri furono sconfitti ai supplementari dalla regola del golden goal. Nel corso del ventennio successivo, si sono avuti tre incroci (due dei quali amichevoli e uno valido per il Mundialito) con un bilancio di perfetta parità: una vittoria a testa e un pareggio. Da notare che fino al 1999 gli accordi di fornitura tra la FIGC e i vari fornitori tecnici che si sono alternati negli anni vietavano a questi ultimi di marchiare col proprio logo o con altri elementi estranei la divisa ufficiale della Nazionale, caso unico al mondo. La partita finisce 0-0 (con Zola che fallisce un rigore nei primi minuti) e l'Italia deve fare i bagagli, mentre la Germania vincerà il titolo battendo in finale i cechi al golden goal. Con lui in panchina si ricorda la clamorosa eliminazione ai Mondiali del 1962 per mano della Corea del Nord, 3 - ARRIGO SACCHI - Ct dal 1991 al 1996: 53 partite, 34 vittorie, 11 pareggi, 8 sconfitte. Esordio in Nazionale per Francesco Caputo che è diventato il 56º giocatore dell’Italia e il 25º a trovare il gol nella gestione Roberto Mancini Mancini dopo Italia-Moldavia: "Mentalità giusta. Percentuale di successi pari al 45%, 13 - DINO ZOFF - Ct dal 1998 al 2000: 23 partite, 11 vittorie, 7 pareggi, 5 sconfitte per una media successi pari al 48%. Albi d'oro, tabelle comparative, curiosità, video e tanto altro sulla Nazionale italiana di calcio. La Roja, avendo nel frattempo vinto anche il campionato del mondo 2010, liberò proprio all'Italia finalista un posto per la partecipazione alla successiva FIFA Confederations Cup 2013 in Brasile, dove nella semifinale di Fortaleza fu fermata sempre dagli spagnoli, e ancora dal dischetto 7-6 (dopo lo 0-0 dei tempi regolamentari e supplementari). È inoltre una delle cinque nazionali maggiori (assieme a quelle di Belgio, Svezia, Uruguay e Regno Unito) a potersi fregiare del titolo di "olimpionica", essendosi aggiudicata il torneo a cinque cerchi del 1936 (uno dei sette riservati alle nazionali maggiori e disputati dal 1908 al 1948), mentre nella Confederations Cup, ultimo trofeo internazionale riconosciuto dalla FIFA, vanta come miglior risultato un terzo posto, ottenuto nel 2013. Seguì un periodo di calo, complice la seconda guerra mondiale e la tragedia di Superga del 1949. Nella necessaria ripetizione (allora non si tiravano i calci di rigore in caso di parità dopo i supplementari), il giorno successivo, l'Italia si impose per 1-0 con gol di Meazza. Qualche minuto dopo il difensore dell'Inter riuscì a pareggiare con un colpo di testa e i tempi regolamentari finirono 1-1. La nazionale italiana Under-21 vanta, invece, la vittoria in cinque edizioni del campionato europeo di calcio Under-21 (1992, 1994, 1996, 2000 e 2004), la massima competizione ufficiale per squadre di tale categoria. In bacheca infine, annovera anche due Coppe Internazionali, competizione continentale riconosciuta quale ufficiosa antesignana del campionato d'Europa. Competizione Partite Vittorie Pareggi Sconfitte Gol fatti Gol subiti Dif. Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Le due nazionali si sono reincontrate per l'ultima giornata del primo turno del campionato d'Europa 2008, il 17 giugno. [15], Oltre alla citata selezione nazionale, l'ordinamento della FIGC ne prevede varie altre, divise per fascia d'età dei propri giocatori. Le maglie delle nazionali, almeno fino agli anni 1970, erano di produzione artigianale, anonime e spartane. Nella finale di Madrid sconfissero infine i campioni d'Europa in carica della Germania Ovest per 3-1, divenendo per la terza volta campioni del mondo. Dal 1986 (se si esclude una gara amichevole nel febbraio del 1994 a Napoli, conclusa con una vittoria francese per 1-0) le squadre non si affrontarono sino a fine anni 1990. Questa è la statistica di tutte le partite ufficiali giocate dalla nazionale di calcio dell'Italia fino al 18 novembre 2020. Sino a quel momento, l'Italia e il Brasile potevano vantare due vittorie a testa. Le divise Nike del periodo 1996-1997 erano caratterizzate da orlature inferiori di colore oro e una scritta ITALIA che creò molto disappunto, dato che andava a cadere proprio sulle natiche dei calciatori. La nazionale maschile Under-21, che partecipa alle competizioni continentali con i propri pari categoria; la nazionale olimpica che rappresenta l'Italia nei tornei olimpici di calcio utilizza generalmente come base l'Under-21 con l'aggiunta di giocatori di un precedente ciclo dato che il limite di età è di 23 anni, viene tuttavia data la possibilità di aggiungere fino a tre fuori quota, ovvero calciatori che superino tale limite; le nazionali Under-20, Under-19, Under-18, Under-17, Under-16 e Under-15. Ne abbiamo approfondito i temi con l'autore. L’Italia vanta 4 vittorie ai campionati del mondo di calcio che le valgono il secondo posto nella classifica generale dei titoli mondiali per squadra, dopo il Brasile. Ben altre rivalità, molto forti, vi sono con due nazioni di recente formazione quali Slovenia e Croazia; dovute piuttosto a motivi storici che non calcistici. Percentuale successi pari al 50% come Lippi e Maldini, 9 - FERRUCCIO VALCAREGGI - Ct dal 1966 al 1974: 54 partite, 28 vittorie, 20 pareggi, 6 sconfitte. Vittorie consecutive dell’Italia che diventano quattro nella marcia verso gli Europei: greci travolti ad Atene dalle reti di Barella, Insigne e Bonucci nei primi 33 minuti di gioco. Albi d'oro, tabelle comparative, curiosità, video e tanto altro sulla Nazionale italiana di calcio. Nella famosa competizione sportiva dell’Italia 1990, la Nazionale italiana si è classificata terza. [41][42] A ottobre 2017, la FIGC ha nuovamente cambiato il logo, che nasce dal desiderio di creare uno stemma moderno riprendendo elementi grafici del passato: così è stato per la scritta «ITALIA», inserita per la prima volta nel logo del 1952 e rispolverata in quello odierno, e del ricamo in oro, simbolo di forza e successo. La Nazionale italiana Under-15 è, nella gerarchia delle Nazionali giovanili italiane, precedente alla Nazionale Under-16. Nell'estate 2010 l'Italia passò sotto la guida di Cesare Prandelli. Lo staff della nazionale si compone dal team manager, dal commissario tecnico, che allena, convoca e schiera in campo gli atleti ed è assistito da quattro vice-allenatori. Dopo la sfida amichevole nel Torneo di Francia del giugno 1997 (conclusasi sul risultato di 3-3), le due squadre si sono ritrovate solamente nel 2009. Più che di un'acerrima rivalità, quello con l'Argentina è un derby internazionale, poiché buona parte della popolazione argentina è di ascendenza italiana. Ciò perdurò fino all'edizione di Seul 1988 quando fu deciso che le rappresentative olimpiche fossero, per tutti i partecipanti, le loro selezioni Under-21 (o Under-23), con al massimo tre calciatori fuoriquota. Gli Azzurri passarono nelle mani di Azeglio Vicini il quale rinnovò a sua volta il gruppo in vista del campionato d'Europa 1988 in Germania Ovest, dove raggiunsero la semifinale poi persa contro l'Unione Sovietica. Calcio, società e politica si intrecciano e si condizionano da sempre: esiste un interpretabile rapporto di cause… Durante gli anni 1930 l'Italia ha vissuto anche una breve parentesi con una divisa completamente nera, voluta dal regime fascista di Benito Mussolini;[27] la maglia nera debuttò il 17 febbraio 1935 in un'amichevole contro la Francia allo Stadio del Partito Nazionale Fascista di Roma,[28] e seppur non abbia mai soppiantato stabilmente la maglia azzurra, questa venne sfoggiata in misura minore dalla nazionale anche al torneo calcistico degli XI Giochi olimpici di Berlino dell'anno seguente,[29] e ai Mondiali di Francia 1938. Dal 1991 al 1998 lo stemma adottato fu una controversa e criticata lettera i scritta in corsivo, con tanto di puntino laterale blu, contenente i soliti elementi (stelle e tricolore) più la denominazione «FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO». L'Italia non ha più incontrato queste due nazionali in gare ufficiali. Statistiche dettagliate sui tornei internazionali, Valido per le Nazionali che hanno partecipato tra il 1908 e il 1948. Il 28enne attaccante torinese, 'emigrato' dalla Juventus al Toronto, ha ancora il sogno di vestire la maglia azzurra. Nel giugno 2012 gli azzurri eliminarono gli inglesi a Kiev nei quarti di finale del campionato d'Europa 2012 ai calci di rigore, dopo che i supplementari erano finiti con il risultato di 0-0. Vieni a scoprire tutte le nostre promozioni. Nazionale: Giovinco non si arrende "Resta un mio obiettivo" Sebastian Giovinco non si arrende. In finale trovò nuovamente la Francia, superandola ai rigori: il penalty di Fabio Grosso incoronò gli Azzurri campioni del mondo per la quarta volta. Percentuale di successi pari al 57% come Roberto Donadoni. Inoltre la nazionale olimpica ha conseguito la medaglia di bronzo al torneo di calcio della XXVIII Olimpiade ad Atene nel 2004. La pandemia ha spostato di un anno l’Europeo e modificato tutto il calendario internazionale. Al campionato d'Europa 2004, similmente deludente, l'Italia uscì dal torneo al primo turno. Diverse "sorprese" nelle votazioni per il premio di migliore giocatore dell'anno, vinto da... A Zurigo si sono assegnati i primi della Fifa: Lewandowski il miglior giocatore maschile. [4], L'Italia fallì la qualificazione al campionato d'Europa 1992 in Svezia, sicché Vicini fu esonerato a eliminatorie in corso e sostituito da Arrigo Sacchi, il quale qualificò la nazionale per il mondiale di Stati Uniti 1994. Competizione Partite Vittorie Pareggi Sconfitte Gol fatti Gol subiti Dif. Con lui in panchina la Nazionale ha ottenuto un secondo posto nella finale agli Europei del 2000 in Belgio e Olanda (sconfitta con la Francia), 12 - MARCELLO LIPPI - Ct dal 2004 al 2006 e dal 2008 al 2010: 56 partite, 28 vittorie, 21 pareggi, 7 sconfitte. Il 25 marzo 1928 sfidò lUngheria nella quarta giornata: la partita, che rappresentò il primo evento calcistico a venire raccontato per radio, finì 4-3 per gli azzurri. Yanoysg Set di Maglie da Calcio, Maglia da Calcio Nazionale Paolo Rossi N ° 20, Maglietta retrò da Calcio della Coppa del Mondo 1982, Divisa da Calcio per Bambini E Adulti 23,99 € 23,99 € Spedizione GRATUITA Per il campionato d'Europa 2004 in Portogallo i numeri della divisa passarono da bianchi a color oro. Si aggiungono alle suddette vittorie la medaglia d'oro al torneo olimpico di calcio alla XI Olimpiade a Berlino nel 1936 e quella di bronzo alla IX Olimpiade ad Amsterdam nel 1928, in un periodo in cui l'ordinamento olimpico non aveva ancora uniformato, secondo il criterio dell'età massima dei giocatori, la composizione delle squadre. Percentuale di successi pari al 68%. Il logo della FIGC era più grande del solito, incorniciato sempre dello stesso colore. In questi anni, sempre più spesso la nazionale inizia a sfoggiare il completo maglia-pantaloncini-calzettoni totalmente azzurri (l'Italia ha disputato la finale del campionato mondiale di calcio 2006 con questo completo). L'UEFA, costretta a intervenire, squalificò Domenech e decise di multarlo. [25] Nel 2007 sulla seconda maglia, quella bianca, sono ritornati i numeri in blu scuro. La prima sfida in assoluto fu ai Mondiali di Francia 1938, in semifinale. Percentuale di successi pari al 62%. Gli azzurri e le Furie Rosse si ritrovarono subito contro nelle qualificazioni per il successivo campionato del mondo 2018, inseriti nello stesso girone: il primo incontro, giocato a Torino, termina 1-1, mentre il secondo, a Madrid, finisce con un netto 3-0 per i padroni di casa. Malgrado i Mondiali, canonici, fossero stati giocati un anno prima, nel capoluogo toscano si disputò una grande sfida fra nazioni. In campo mondiale, tra il 1974 e il 1990 si sono avuti ben cinque confronti (in altrettante edizioni del torneo): mentre l'Argentina ottenne i punti utili alla qualificazione con pareggi, l'Italia sconfisse i sudamericani nel 1978 (in casa loro) e nel 1982. Percentuale di successi pari al 57%. La nazionale dei "maestri dei calcio", appellativo con cui erano conosciuti gli inglesi, tra il 1928 e il 1946 non prese parte a competizioni ufficiali. I pantaloncini e i calzettoni erano invece marroni. [60] Nella finale per il terzo posto della Confederations Cup 2013, gli Azzurri hanno conquistato il bronzo ai rigori dopo il 2-2 dei supplementari. [62] Durante la gara si è verificato il controverso episodio di un morso rifilato da Suárez a Chiellini: il giocatore sudamericano è stato poi squalificato dalla FIFA per quattro mesi.[63]. Pub:Tue, 01 Oct 2019 16:18:32 +0200. Nei quarti di finale del campionato del mondo 1994 negli Stati Uniti, l'Italia (poi finalista dell'edizione) batté la Spagna 2-1 a Boston coi gol di Dino e Roberto Baggio, in una sfida segnata anche dal violento scontro tra Luis Enrique e Mauro Tassotti, che costò all'azzurro una squalifica-record di 8 giornate. [69] Dopo 4 pareggi e 4 vittorie inglesi, la prima vittoria dell'Italia arrivò nel giugno del 1973 a Torino con un 2-0 firmato da Anastasi e Capello. All'Europeo di Polonia-Ucraina 2012 l'Italia ritrova la Germania nelle semifinali; i tedeschi, dati favoriti per condizione fisica e mentale, e sempre vincenti nelle quindici partite precedenti in tornei ufficiali (1 ai Mondiali, 10 nelle qualificazioni agli Europei e 4 nella fase finale della competizione continentale), vengono nuovamente sconfitti dagli azzurri con una doppietta di Balotelli. Alle 16 primo allenamento, Prosegue la preparazione in vista del match con la Polonia.