Nel complesso non difficile ma adatta a persone che sanno arrangiarsi nel farsi sicurezze su spuntoni nei tratti più esposti. Annarosa sul passaggio della candela Zona: Dolomiti del Catinaccio, Torri del Vajolet Si arriva quindi ad una cengia sotto i gialli strapiombi della Torre Est (qui si ricongiungono le due possibilità di salita descritte). Description. Sveglia ore 7.30, colazione, partenza per la scalata alle torri del Vajolet. Al centro la Torre Stabeler, con le vie normali di salita e di discesa. Email This BlogThis! Si può anche seguire il canalone più a destra con difficolta appena superiori (vari passaggi di II). Privacy Policy (function (w,d) {var loader = function () {var s = d.createElement("script"), tag = d.getElementsByTagName("script")[0]; s.src="https://cdn.iubenda.com/iubenda.js"; tag.parentNode.insertBefore(s,tag);}; if(w.addEventListener){w.addEventListener("load", loader, false);}else if(w.attachEvent){w.attachEvent("onload", loader);}else{w.onload = loader;}})(window, document); montagnabiellese.com di Gianni Lanza - Via Bercola 4, Biella - P.I. Share to Twitter Share to Facebook Share to Pinterest. One of the most famous rock formations in the Dolomites meets the eye at the gateway to the Gartl valley: the mythical Torri del Vaiolet. 542 through this massif, polished by the thousands of footsteps to the famous refuges Vajolet and Preuss (2243m). La vetta si trova sul confine tra la provincia di Trento e quella di Bolzano. La scalata alle Torri del Vajolet. #rosengarten, #dolomiten, #italia, #Italien, #dolomites Posted by Catherine at 10:10 AM. Their beauty and the fact that a very popular Via Ferrata (Ferrata Santner) leads close to their base attract thousands of tourists each year as well as a lot of serious climbers again making the Southern Vaiolet towers the most climbed peaks in the Dolomites. Acquista. Torre Stabeler - Via Normale La Via Normale alla Torre Stabeler è un intrigante itinerario che gira intelligentemente in ricerca del facile tra il difficile, nel cuore delle Torri del Vajolet. Da tempo tenevo i contatti con Albi, per sentire se veniva dalle mie parti per fare qualche cosa. – Vedi anche Torre Delago – Spigolo Piaz– Vedi anche il racconto della nostra avventura agli Spigoli delle Dolomiti 2018, Guida Alpina Gianni LanzaVia Bercola n 4, 13900 Biella - ItaliaP.I. Meta classica di molti arrampicatori, che amano ripercorrere le vie dei grandi del passato, i quali hanno fatto qui la storia dell’alpinismo: Tita … SCOPRI LE NOVITA' EDITORIALI SULLA MONTAGNA DI: Chi sono le Guide Alpine e gli Accompagnatori di Media Montagna, Proposte di trekking e scalate in montagna, Vai all'elenco completo delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna, Guarda tutte le proposte delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna, Escursioni ad anello nelle Dolomiti Occidentali, La via delle Bocchette e le ferrate del Brenta, Trekking, Passeggiate e Ferrate a Cortina e dintorni, Roccia d Autore - Vol. La centrale delle tre Torri Meridionali del Vajolet e la più alta. With a chair lift from Pera to Pian Pecei you reach the Gardeccia Refuge in 30 minutes and continuing on the same … Open-air war museums are located at Cinque Torri (Five Towers) and Mount Lagazuoi. TORRI DEL VAJOLET “Merlature dirute, minareti screpolati, tronchi di obelischi infranti”. Si intravedono subito numerosi ometti (anche troppi) che possono fuorviare l’escursionista : la chiave della salita è quella di salire stando abbastanza a sinistra, seguendo le varie costole di roccia e transitando a sinistra dei vari pinnacoli che fanno da contrappunto la salita (vari passaggi di I). During the First World War, the line between the Italian and Austro-Hungarian forces ran through the Dolomites.There are now open-air war museums at Cinque Torri (Five Towers) and Mount Lagazuoi. ARRAMPICATE: La zona del Catinaccio, Torri del Vajolet e Dirupi di Larsec è stata culla dell’alpinismo fassano. Ha il vantaggio di essere meno frequentata delle vicine brevi vie sulle Torri del Vajolet e comunque di soddisfazione per l'alpinista esordiente. Accesso: Dal Rifugio Re Alberto si prende un sentierino accennato che taglia alla base le torri del Vaiolet da sinistra a destra ed avendo come riferimento la gola che divide la Torre Stabeler dalla Winkler. Dal rifugio salire i ghiaioni in direzione dell’evidente spigolo, aggirare una cresta, entrare in un canale da cui si  scende un po’ fino a reperire una cengia orizzontale che si segue verso destra (faccia a monte) per circa 60 metri fino alla base di una rampa, che porta al canale tra la Torre Stabeler e la Torre Winkler, ore 0,30. Dolomiti di Fiemme e Fassa, Vie normali a 90 cime, autore Caldini Sandro, Roberto Ciri, editore Idea Montagna. The valley stretches for about 20 km from Moena to Canazei and offers some of the most beautiful landscapes of the Dolomites: the Catinaccio Group with the Torri del Vajolet and the Roda di Vael, the Sella Group, the Sassolungo Group and the Marmolada Massif, that at the sunset take a reddish colour giving life to the phenomenon known as Enrosadira. Come per la salita. C'est la vie Sunday, October 20, 2019. Si prosegue verso il Passo Principe e, passato il primo balzo, si intravede a sinistra lo stretto valico del passo del Vajolet. 100 kilometres of slopes suitable for lovers of excitement, modern ski lifts, equipment rental services and schools for adults and children are just some of the services on offer in the area. Giunti ad una grande cengia, proseguire, I, in direzione del blocco incastrato tra la Torre Stabeler e La Torre Delago: da qui con tre calate da 20 m e una da 30m si arriva nei pressi del terrazzino di partenza dello Spigolo Piaz, da cui per la via di accesso si raggiunge il rifugio, ore 1,45. The Catinaccio is a mountainous group of the Dolomites located between the Tires valley, the Ega valley and, indeed, the Fassa valley in the Sciliar natural park.. – La posizione privilegiata, ai piedi delle torri del Vajolet, offre lo spunto per arrivare al rifugio Re Alberto 1° soprattutto per scalare le famose torri, ma anche per avere un’ottimo punto di partenza per la più facile cima del Catinaccio, percorrendo la via Normale che parte dal passo Santner o la punta Emma. Torri del Vajolet - Catinaccio Group, Dolomites - Italy. Most popular climbing targets are three pinnacles of Torri del Vajolet, east face of Catinaccio and West face of Roda di Vael (Rotwand). Restituzione dei materiali e consegna del diploma di partecipazione di fine corso, brindisi finale. Primi scalatori: Hans Stabeler, Hans Helversen, 16/7/1892. Introduzione: Via bellissima e molto esposta sulle torri più famose delle Dolomiti, le Torri del Vajolet con grandioso panorama. Torri del Vajolet . Accesso: Da Pera di Fassa con l´autobus salire al rifugio Gardeccia (8,50 euro andata e ritorno) e da qui salire per lo stradone fino al Rifugio Preuss. Superbo il colpo d’occhio sulle altre torri del Vajolet. Alla base del ghiaione si intravede una traccia di sentiero e dei rari ometti guidano verso il passo del Vajolet. This is partly due to the fact that the Normal routes are relatively "easy", mostly in the IV-range. ai 2650 percorrendo un sentiero di “roccette”. fonte wiki. Si prosegue oltre la forcella Nord e si segue a destra una cengia (I+, delicato) che mena verso un anfiteatro di rocce sulla parete della Torre Nord. Rocce verticali e spigoli affilati affascinano anche i visitatori Rientro previsto in rifugio ore 12.30 / 13.00. No comments: Post a Comment. Pochi metri prima del passo si imbocca a sinistra una cengia aggirando così la Torre Marcia e la si segue con attenzione perché in alcuni punti è stretta. Le tre Torri meridionali del Vajolet viste dalla Gola delle Torri, sudest. Being part of the Catinaccio group the Torri del Vajolet (Vaiolet towers) are probably among the most photographed peaks in the Dolomites (just after Tre Cime di Lavaredo / Drei Zinnen). It's located in Trentino–Alto Adige, Italy. Pausa pranzo in rifugio, rientro a valle previsto ad ore 16.00 circa. Reached the hut (2h 15 'from Rifugio Fronza - 1h 45' from the start), we will see straight to us the Torri del Vajolet and under the detritic basin of the Gartl with the characteristic glacial lake below and the Alberto I Hut (2621 m), the next destination of our itinerary (15 'from Passo Santner). The stage finish was planned to be atop Stelvio, but due to an avalanche, th… Il sogno di ogni arrampicatore: poter raggiungere con la propria guida alpina, la vetta di una Torre del Vajolet! by Alberto Giomix Torre Nord del Vajolet: descrizione della via normale di salita a Torre Nord del Vajolet nel gruppo Catinaccio con itinerario, tempi e difficoltà (relazione del 25/08/2000 di Sandro C. ) Via d´ambiente molto bella. Il punto di accesso lo si raggiunge dalla stazione pulmini di Pera con l’autobus navetta. Fiemme Valley - skiing holidays in paradise The snow is waiting for you, the sparkling air, lots of sun and pure enjoyment. Si passa dai 2243 metri s.l.m. Da qui si continua a diritto seguendo gli ometti fino ad una placca che si supera a destra (II) ; sempre seguendo i numerosi ometti si arriva ad un canalino con masso incastrato e lo si può superare a destra (II) o all’interno (sempre II). Si prosegue verso il Passo Principe e, passato il primo balzo, si intravede a sinistra lo stretto valico del passo del Vajolet. Rifugio Stella Alpina Spiz Piaz is located at 1,960 m in altitude, in the stunning Conca del Gardeccia, in the foothills of the imposing Catinaccio and the majestic peaks of the Larsech. Bellissimo il panorama dalla vetta. Continuando a navigare su sito accetterai l’utilizzo di Cookies da parte di montagnabiellese.com Da Gardeccia si comincia a salire verso il Rifugio Vajolet e lo si raggiunge in circa 40 minuti. 6-ago-2020 - Esplora la bacheca "Montagna" di Amalia , seguita da 755 persone su Pinterest. La parte per arrivare al rifugio Carlo Alberto, proprio al cospetto delle Torri del Vajolet, è più impegnativa. E’ inoltre la base per alcune fra le più belle scalate delle Dolomiti: la più facile cima del Catinaccio, percorrendo la via Normale che parte dal passo Santner, la punta Emma e le torri del Vajolet fra cui ricordiamo l’aereo spigolo della Delago, la Via normale della Stabeler e la meno frequentata ma altrettanto bella salita della torre Winkler. Privacy Policy (function (w,d) {var loader = function () {var s = d.createElement("script"), tag = d.getElementsByTagName("script")[0]; s.src="https://cdn.iubenda.com/iubenda.js"; tag.parentNode.insertBefore(s,tag);}; if(w.addEventListener){w.addEventListener("load", loader, false);}else if(w.attachEvent){w.attachEvent("onload", loader);}else{w.onload = loader;}})(window, document); Torna a ARRAMPICATA FUORI DALLE ALPI BIELLESI, MANTIS-PRO – Prodotti e Servizi per l’Alpinismo, Bu-Net – Lo store online di prodotti tipici regionali, Monte Rosa sotterraneo – Una metropolitana alpina. Rifugio Vajolet is located in the Vajolet basin above the Porte Neigre and is a departure point for numerous excursions with easy paths, vie … Si può far sicura con una clessidra posta sulla Torre Marcia giusto dove si gira per entrare nella gola; in passato, quasi sul fondo della gola, sulla parete c’era un chiodo ma è stato tolto di recente. Zona: Dolomiti del Catinaccio, Torri del Vajolet, Apritori: prima salita G. Stabeler, H. Helversen, 16 luglio 1892, Tipo di apertura: dal basso con pochi chiodi tradizionali, Protezioni: chiodi tradizionali, clessidre, Note: arrampicata classica molto bella, offre un percorso vario e ricercato, Equipaggiamento: normale da arrampicata, friends fino al 2 B.D., kevlar per clessidre, Accesso: da Pera di Fassa raggiungere Gardeccia, la strada è soggetta a controverse limitazioni, informarsi prima sulla soluzione migliore. The first Cima Coppi prize, at the 20th stage of the 1965 Giro, won by the Italian rider Graziano Battistini of Vittadello team. Famosi alpinisti del calibro di Tita Piaz, Steger, Preuss e altri vi hanno arrampicato ed aperto nuove vie. Most of the climbing routes moderately difficult as well as short and accessible enough to be possible as day trips from cabin or camp site. Passato questo passaggio si arriva alla forcella Nord alla cui sinistra c’è la forcella Est, chiave di accesso all’omonima Torre ed alla Torre Principale. Explore Alberto Giomix's 1,202 photos on Flickr! The six northern ones are rather massive, while the four southern ones are fine needlelike spires. +39 338 9734006, - Vie Lunghe Valle d'Aostawww.vielunghevalledaosta.com, - Vie Lunghe Finalewww.vielunghefinale.com. Gruppo del Catinaccio, Torri del Vajolet, Torre Stabeler (m.2805) - via Normale Alpinistica PRINCIPIANTI CON UN MINIMO DI ESPERIENZA Trentino - Alto Adige III+ 2805m 140m ROCCIA Scarica PDF [BT] Rifugio Vajolet ITALIANO Il Rifugio si trova nella zona del Catinaccio sotto le Torri del Vajolet, al centro di numerose camminate, escursioni e vie attrezzate. Visualizza altre idee su Montagna, Paesaggi, Luoghi. -Le vie alle placche Verdi DOLOMITI-BRENTA -Via delle Guide al Crozzon di Brenta-Via della concordia alla cima d'Ambiez DOLOMITI-CIVETTA -Via Tissi alla torre Venezia-Via Cassin alla torre Trieste-Via Solleder al Civetta DOLOMITI-CATINACCIO-Via Fantasia-Via Solleder-Vie normali alle torri del Vajolet Nel 2007 ha pubblicato la guida “Vie Normali delle Dolomiti - Marmola- da” e nel 2012 le guide “3000 delle Dolomiti” e “111 Cime attorno a Cortina” con Idea Montagna. Avvicinamento: dal Rifugio Gardeccia salire l’evidente sentiero N° 546 che porta ai Rifugi Vaiolet e Preuss. Welcome to the Vajolet Refuge. 1 - Emiliano Zorzi, IV grado - Dolomiti Occidentali Vol. VIE NORMALI “L’alpinismo è salire per la via più facile alla vetta, tutto il resto è acrobazia” Bruno Detassis, il Re del Brenta. Passo Santner (2741 m, 8 … Al Cospetto del Giardino delle Rose e di Re Laurino, dal Passo Santner verso le Torri del Vajolet (da sinistra verso destra: Torre Delago, Torre Stabeler e la Torre Winkler). The valley has also some of the most famous … ARRAMPICATA TORRI del VAJOLET Catinaccio. 2 IV grado Dolomiti Occidentali, Roccia d Autore - Vol. Fa parte della zona meno battuta delle torri del Vajolet nel gruppo del Catinaccio. La pendenza non è proibitiva ma certamente è importante dare la giusta attenzione ai passaggi attrezzati da cordino. Dal 2005 gestisce il sito www.vienormali.it dedicato alle vie normali alle cime dell’arco alpino. Alla base del ghiaione si intravede una traccia di sentiero e dei rari ometti guidano verso il passo del Vajolet. Torre Principale del Vajolet: descrizione della via di roccia di salita a Torre Principale del Vajolet nel gruppo Catinaccio con itinerario, tempi e difficoltà (relazione del 10/08/2005 di Sandro C. ) Per raggiungere l’attacco si parte a piedi dal rifugio Gardeccia, verso il rifugio Vajolet. Passo dello Stelvio was first included in the Giro d’Italia route in 1953 and Fausto Coppi was the first rider atop it. La Via Normale alla Torre Stabeler è un intrigante itinerario che gira intelligentemente in ricerca del facile tra il difficile, nel cuore delle Torri del Vajolet. La Torre Nord del Vajolet si trova in una zona meno frequentata del gruppo del Catinaccio. During the First World War, the front line between the Italian and Austro-Hungarian army ran through the Dolomites, where both sides used mines extensively. 02316990023tel +39 330 466488, Dafne MunarettoVia Milano 37, 13900 Biella - Italiatel. Contattaci. ... Occidentali: non c’è escursionista che frequenti le Dolomiti che non abbia mai sentito parlare delle arditissime Torri del Vajolet… Fare molta attenzione alle pietre mobili ed ai pinnacoli che stavolta rimarranno alla nostra sinistra (per tornare all’attacco ci vogliono quasi due ore se si procede legati facendosi sicurezza nei punti più esposti). Dopo il battesimo della roccia dello scorso anno, questa estate in una breve pausa tra una pioggia ed un altra sono riuscito a fare la mia seconda via. Fu conquistata da Hans Stabeler con Hans Helverson il 16 luglio del 1892, dal fianco sud-est. La via normale si distingue da altri itinerari di difficoltà maggiori utilizzati per salire sulla vetta come direttissime, vie ferrate o vie d’arrampicata. In questa sezione ci occuperemo di presentare le vie normali delle nostre Dolomiti. 2 IV grado in Dolomiti, Roccia d Autore - Vol. La scalata alle Torri del Vajolet. Gruppo del Catinaccio: Cumes: Catinaccio d'Antermoia (3004 m), Cima Catinaccio (2981 m), Cima Scalieret (2887 m), Cima di Lausa (2876 m), Torri del Vajolet (2813 m), Croda di Re Laurino (2813 m), Cima Sforcella (2810 m), Roda di Vael (2806 m) Refúgios: Rif. Proprio per questo motivo la sua salita acquisisce un carattere un poco più selvaggio ed interessante. Conosciute e famose in tutto l'arco alpino le vie d'arrampicate delle Torri del Vajolet nel gruppo del Catinaccio sono una meta ambita per tutti gli alpinisti.... Leggi ancora » CONTATTI. Da qui si vede già la cuspide terminale e seguendo i numerosi ometti, per sfasciumi e canalini friabili (I-I+) si raggiunge la vetta (1 ora dall’attacco). Introduzione: E’ una delle famose Torri del Vaiolet del Catinaccio e quella con la via normale più facile. The Refuge is located in the area of the Catinaccio below the Vajolet Towers and at the centre of numerous walks, excursions and vie ferrate. Together there are ten summits, roughly divided into two subgroups. 2 - Emiliano Zorzi, Bruno Detassis e le sue vie - Omar Oprandi, IV grado - Quarto grado e più Friuli Occidentale - Emiliano Zorzi, IV grado - Quarto grado e più Friuli Orientale - Emiliano Zorzi, VieNormali delle Dolomiti - Marmolada - R. Ciri, Vie e vicende in Dolomiti - Ivo Rabanser, Orietta Bonaldo, Dolomiti - Giorni Verticali - Stefano Ardito, Pale di San Martino - Samuele Scalet, con Sebastiano Zagonel, Tullio Simoni, Mariano Lott, Duilio Boninsegna, Scialpinismo in Tirolo - Roberto Iacopelli, Marmolada - Parete Sud - Maurizio Giordani, Sulle tracce di pionieri e camosci - Vittorino Mason. Questo sito utilizza cookies per avere una migliore esperienza di uso. Description. Il sogno di ogni arrampicatore: poter raggiungere con la propria guida alpina, la vetta di una Torre del Vajolet! Continuando si accetta che esso ne faccia uso come da normativa qui presente. / Catinaccio e torri del Vajolet / Camera / Ciadenac / Dirupi di Larsech / DSC_0542 / DSC_3751 / DSC_3752 / DSC_3755 / ... forests and majestic crags to explore with easy walks for the whole family, protected “Vie Ferrate” climbing routes for more excitement, and classic or modern climbs for all difficulty levels. Il rifugio re Alberto 1°è situato nel cuore del Catinaccio, al confine con la Val di Fassa ma ancora sul terreno del Sudtirolo, nel comune di Tires/Tiers, in una conca, quella del “Gartl”, circondata da immense bastionate dolomitiche come la Croda di re Laurino, la parete nord del Catinaccio e le celebri Torri del Vajolet, guglie fantastiche, snelle ed eleganti! 542 down into the Gartl and the monumental Tre Torri del Vajolet. History. Rifugio Vajolet was built in 1897 and then extended in 1902 and 1906 by the Sezione Alpinverein di Lipsia (Lipsia Association of Mountain Refuges). La via da loro percorsa risulta il più facile itinerario alle Torri meridionali del Vajolet (III+), nonché la via normale di salita a … 1 IV grado Dolomiti Occidentali, Sci Ripido e Scialpinismo - I 3000 delle Dolomiti, Scialpinismo e Freeride nel Gruppo della Marmolada, Freeride e Scialpinismo in Sella e Sassolungo, Scialpinismo Freeride e Ciaspole nelle Pale di San Martino, Scialpinismo nelle Alpi Giulie Occidentali, Scialpinismo e ciaspole nelle Dolomiti di Brenta, Le 50 vie ferrate più belle delle Dolomiti, Mountain Bike in Val di Fassa - Francesco Cappellari, Roccia d'Autore - Emozioni Dolomitiche - Stefano Michelazzi, IV grado - Dolomiti Occidentali Vol. Situato tra la Val di Fassa, e le valli Ega e Tires dell'Alto Adige, il gruppo del Catinaccio, uno dei nove massicci dolomitici parte del Patrimonio Mondiale dell'Unesco, è attraversato da numerosi sentieri ben segnalati, che portano a famose meraviglie naturali come le Torri del Vajolet o … Descent: From Passo Santner follow path no. Torri del Vajolet and Refuge Re Alberto . In generale molti passaggi di I+/II-. The group belongs to the Fassa Dolomites and is part of, among others, the Catinaccio of Antermoia, the Cima Catinaccio, the Molignon, the Torri del Vajolet, the Cima del Larsec and the Roda di Vael. Pagamento e spedizioni. Passata questa gola, le altre due successive rientranze sono facili e si continua a seguire la cengia per portarci all’attacco della via normale (bastone di legno infisso su un mucchio di pietre, 1 ora e 15’ dal rifugio Vajolet). Via carina, breve e su roccia molto buona (anzi lisciata), adatta ai principianti in un ambiente magnifico con un accogliente rifugio. 02316990023© Copyright Montagna Biellese / Layout & Design Dafne Munaretto. Se ne possono contare più di 600. The Ferrata Passo Santner is without a doubt one of the most beautiful and famous round-trips in the Dolomites. Overview. Una guida che spazia dalle vie di arrampicata sulle torri della Grignetta alle vie di cresta delle selvagge cime del gruppo dell’Arera, andando alla scoperta dei fantastici panorami dominati dai giganti orobici.Il primo di tre volumi dedicati alle Prealpi Lombar- de: un bacino di fascino e bellezza in luoghi spesso incontaminati e a volte impervi. Un paio di passaggi di II. Many people visit the Dolomites to climb the vie ferrate, protected paths through the minefields that were created during the war. It is now owned by the S.A.T. Meta classica di molti arrampicatori, che amano ripercorrere le vie dei grandi del passato, i quali hanno fatto qui la storia dell’alpinismo: Tita … Poco oltre prendere a sinistra il sentiero 542, che sale per tratti di roccia attrezzati con cavo metallico e porta direttamente al Rifugio Re Alberto Primo, ore 2/2,30. Reach Rifugio Re Alberto (2700m) and the lake at the foot of these famous towers, to continue through the large basin on path no. (Socetà Alpinisti Trentini [Trentino Mountaineering Society]) and has been managed for some 20 years by Fabio and Karin Bernard. L1: salire la rampa verso destra, I, proseguire nel canale, III, poi a destra alla sosta su chiodo cementato, 30 m, L2: salire nel diedro canale circa 7 metri ed uscire a destra su cornice, I, andare a destra, II, prendere una rampa verso destra, II, poi placche, III, fino alla grande cengia, sosta su chiodo cementato, 30 m, L3: attraversare a sinistra, II, oltrepassare un anello di calata, con passi in discesa entrare nel canale tra le torri, II, salire alla sosta su fix con catena, 30 m, L4: salire il diedro, IV, che porta al pilastro staccato detto “la candela” proseguire in fessura, IV, poi andare appena a destra su placche, III, fino ad una larga cengia, sosta un po’ a destra su chiodo cementato e fix, 30 m, L5: salire un diedro a sinistra, III, seguire una lama a sinistra, III, poi diedro, III, fino ad una bella cengia, sosta su chiodo cementato, 25 m, L6: traversare in orizzontale a sinistra 3 metri circa, salire un diedro per circa 5 m, IV, spostarsi a sinistra verso la forcella II, superare la paretina finale, IV, che porta alla cima, sosta da calata, 30 m. Discesa: dalla cima calarsi nel versante nord per 10 m, poi altra calata di 25 m fino ad un cengia (possibile effettuare una sola calata), seguire la cengia in arrampicata orizzontale per circa 10 metri verso ovest, poi scendere in arrampicata una rampa per circa 15 metri, II. A sinistra la Delago, a destra la Winkler. Chi siamo e Dove siamo. An ideal departure point for trips which extend from the Torri del Vajolet (Vajolet Towers) to the Coronelle, from the Mugoni to the Cigolade and the Ciampedie plateau, through the Valle del Vajolet and as far as the … Girato il primo angolo c’è il primo punto esposto, una gola scoscesa. It's a Small size geocache, with difficulty of 2, terrain of 3.5. Così, nel 1900, l’alpinista torinese Guido Rey descriveva le tre Torri del Vajolet, che culminano a 2.805 metri. Numerous climbs of varying difficulties (East wall of the Catinaccio, Punta Emma and Vajolet Towers) are possible. Da Gardeccia si comincia a salire verso il Rifugio Vajolet e lo si raggiunge in circa 40 minuti.